• Riccardo Alvino

Cefalea o mal di testa

Aggiornamento: lug 22

Il mal di testa cervicogenico o miotensivo può essere provocato da disfunzioni biomeccaniche cervicali che possono stressare e alterare i dischi intervertebrali, i tessuti molli del collo (muscoli, tendini e legamenti), le articolazioni vertebrali o può essere provocato anche da disfunzioni dell'articolazione temporo-mandibolare.


Casi specifici di Mal di testa

Queste strutture anatomiche elencate possono indurre ridotta mobilità nelle articolazioni vertebrali e nella mandibola, e le tensioni dei muscoli o spasmi ad esse collegate inducono una modificazione neuromotoria, creando aree miofasciali in disfunzione (zone di trigger point) all'interno di muscoli specifici. Le alterazioni indotte conducono il sistema nervoso ad adottare diverse strategie di adattamento biomeccanico coinvolgendo e modificando i movimenti cranio-mandibolare e cranio-cervicale.

Sintomi

I sintomi caratteristici di questo tipo di mal di testa o cefalea sono dolore e rigidità muscolo scheletrica e possono coinvolgere anche strutture diverse come la spalla o la colonna dorsale oltre alle strutture primariamente coinvolte


La terapia manuale e quella osteopatica possono avere un ruolo chiave nella cura di queste tipologie di cefalee e consistono nell'applicare tecniche come le mobilizzazioni e manipolazioni articolari e vertebrali, le tecniche miofasciali (trigger point) e l'esercizio terapeutico specifico.

La fisioterapia, quindi, risulta essere un'ottima arma a disposizione per trattare e ridurre significativamente i sintomi derivanti da alcuni tipi di mal di testa come quello cervicogenico e miotensivo, e quello derivante da disfunzioni temporo-mandibolari; esclusi quelli di pertinenza medica che originano da alterazioni funzionali neurologiche o vascolari, oppure di altra natura.


#malditesta #cefalea #fisioterapia #tecnicheosteopatiche #fisioterapiaalvino


78 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti